Editoriale

28 Set

2016

Pasqua, per fortuna

Noi di Synesio facciamo gli auguri di buona Pasqua a tutti.

Teniamo molto a questa festa perché ne percepiamo nello stesso tempo il carattere consolante e l’universalità.

“Pasqua”, cioè “passaggio”, è l’uscita di ogni umanità sconfitta dal suo stato di morte e di schiavitù.

È annuncio di speranza per il colpevole – verso una nuova vita – e per la vittima – verso un riscatto che salvi esistenza e dignità.

Pasqua è la festa in cui l’annuncio del Vangelo – di per sé ricco di cose sagge, come molti sanno e approvano – diventa definitivamente “troppo bello, per essere vero”.

Così, infatti, dovrebbe essere annunciata quella buona notizia: un fatto, una vittoria, alla quale Dio stesso intende associarci tutti, senza distinzioni. Oltre ogni limite, oltre ogni paura.

Sì, troppo bello, per essere vero. Se al Vangelo si dice di no (cosa ovviamente lecita) lo si dovrebbe dire per questo: perché chi ci crede mostra di credere ostinatamente che c’è luce (anzi: una grande luce) oltre l’oscurità.

E questa luce viene dallo stesso Dio che ha messo in piedi la baracca nella quale viviamo, che è sua e che egli mai respinge da sé, costi quel che costi.

Buona Pasqua nella settimana degli attentati di Bruxelles. La vita vincerà, è così. Anche se sembra troppo bello per essere vero.

Copyrights © Synesio - la tenda delle idee. All rights reserved - P.Iva e C.F. 04451860961